212

Ask me anythingPagina successivaArchivio

(Fonte: tru-studio.com, via simplycasual)

Un matrimonio, il secondo dell’estate. Ma invece che farmi ballare come al primo, mi hai guardata da lontano, e io non ho nemmeno avuto il coraggio di incrociare il tuo sguardo, mi sono limitata a seguire le tue mosse con la coda dell’occhio mentre tu facevi qualsiasi cosa pur di attirare la mia attenzione. Troppo brava. Avresti potuto scrivermi dopo “hai salutato tutti tranne me”, la tua solita frase, la mia solita mossa. Invece non l’hai fatto. Dovevi ricambiare la mia freddezza. Chapeau. Non hai ancora capito che con te non riesco a controllare le mie reazioni. Certo che non l’hai capito, in 5 anni non è mai successo. Succede ora, nel momento più sbagliato per succedere, come sempre.

penelope-allaguerra ha detto:: Cose che ho imparato oggi: mai guardare il tuo blog nei momenti di paradura.

non so di quando sia questo messaggio, ma l’ho visto ora che sono in para dura e potrei dire la stessa cosa del tuo.

explore-everywhere:

you can’t tell me you love camping or backpacking unless you’ve successfully pooped in the woods. things change when you don’t have a bathroom.

it’s not all glamorous, tumblr. believe me.